Legge elettorale, è scontro aperto

POTENZA- Nessuna intesa sulla legge elettorale e scontro aperto all’interno del Pd. Nella giornata di ieri, infatti, la Prima commissione consiliare, presieduta dal vice presidente Gianni Leggieri (M5s), ha deciso di rinviare in Consiglio per la discussione ed eventuale approvazione la proposta di legge di Lacorazza (Pd), assente ieri per motivi di salute. La richiesta di rinvio è stata avanzata, con una lettera alla commissione, dallo stesso Lacorazza che ha evidenziato come “il termine ultimo per la discussione e l’eventuale approvazione del testo in commissione era il 6 giugno”. La commissione ha poi preso in esame la proposta di legge di iniziativa del consigliere Vito Giuzio (a nome del gruppo del Pd) e, dopo ampia discussione, cui hanno partecipato Mollica, Romaniello, Perrino, Rosa, Galante, Napoli, Pace, Leggieri, Bochicchio e lo stesso Giuzio, la commissione ha deciso di rinviare l’esame della stessa alla prossima seduta. Il tutto, però, in uno scontro ormai aperto tra le due anime dei dem. E infatti le minoranze vanno all’attacco.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”