Lo scienziato tursitano, Pasquale D’Acunzo premiato al 10° meeting internazionale Isev 

TURSI – Durante il decimo meeting internazionale organizzato dalla International Society for Extracellular Vesicles (ISEV) dal 18 al 21 maggio, il neuroscienziato Pasquale D’Acunzo è stato insignito del riconoscimento ‘ISEV2021 Young Investigator Award’. Originario di Tursi in provincia di Matera, vive dal 2018 a New York e lavora nel laboratorio della Prof.ssa Efrat Levy del Nathan S. Kline Institute. Il premio è destinato a giovani scienziati di tutto il mondo che durante l’anno si sono particolarmente distinti nel campo. La stessa commissione ha selezionato la “lecture” dello scienziato premiato tra le 4 migliori su 583 proposte.

L’ULTIMA SCOPERTA La relazione si è focalizzata sull’ultima importante scoperta pubblicata pochi mesi fa sulla prestigiosa rivista internazionale Science Advances, in cui D’Acunzo e colleghi descrivono una nuova tipologia di vescicole extracellulari mai definite prima d’ora. L’identificazione delle ‘mitovescicole’ apre nuovi scenari per la terapia e la diagnosi nel campo delle malattie neurodegenerative come la malattia di Azheimer o del neurosviluppo come la sindrome di Down.

L’ORGOGLIO DEL COMUNE DI TURSI “Un grande risultato per la nostra città in campo internazionale– sottolinea il sindaco di Tursi, Salvatore Cosma – Con immenso orgoglio a nome mio e di tutta la nostra città, mi congratulo con il dottor D’Acunzo augurandogli ancora tanti successi e importanti scoperte in campo scientifico.A tutta la famiglia D’Acunzo vanno i miei complimenti e le mie felicitazioni per l’ottimo risultato conseguito dal giovane Pasquale grazie anche e soprattutto agli insegnamenti, ai valori e ai sacrifici trasmessi con l’educazione e la costanza da papà Vincenzo e mamma Rosa”.