14 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / In evidenza  / M5S, De Bonis scaricato. Ma non dalla base

M5S, De Bonis scaricato. Ma non dalla base

POTENZA- Il calo numerico dei senatori pentastellati rischia di far vacillare la maggioranza gialloverde con possibili ripercussioni sulla tenuta dell’esecutivo nazionale. Complice la logica intransigente da alcuni etichettata come ”anti-democratica” del Movimento 5 stelle con le recenti ”epurazioni” di San Silvestro. Dall’altro lato in Basilicata crescono i malumori dell’elettorato a 5 stelle e della base con un calo di appeal del Movimento in vista delle Regionali, proprio per l’espulsione del senatore lucano, Saverio De Bonis dal gruppo al Senato. La mannaia a 5 stelle ha colpito lui insieme all’ex ufficiale della Marina militare, Gregorio De Falco, oltre ai due europarlamentari Marco Valli e Giulia Moi. In attesa del ”processo” dei probiviri anche altre due esponenti del Movimento a Palazzo Madama – Paola Nugnes e Elena Fattori – alle quali è stata contestata l’astensione dal voto sul decreto sicurezza. C’è anche un terzo senatore a vagar nel limbo, Lello Ciampolillo, già destinatario di un richiamo formale. E’ evidente che in questo modo l’esercito dei 5 stelle al Senato inizia a perdere sempre più soldati provocando anche nell’ala leghista della maggioranza diverse apprensioni. «Non è possibile che invece di cercare numeri facciano di tutto per perderli», è il commento sarcastico di più d’un esponente del Carroccio.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”