M5S, Rospi pronto a lasciare e ad andarsene con Fioramonti

POTENZA – I malumori covano da tempo. Dopo il post in cui si è pubblicamente scagliato anche contro i Cinque Stelle, dopo l’ok al Senato della legge di Bilancio, in considerazione dell’impossibilità di emendare il testo alla Camera, il futuro di Gianluca Rospi sembra sempre più lontano dal Movimento 5 stelle.

“Valuterò nei prossimi giorni aveva scritto – senza escludere di rivedere anche la mia posizione con MoVimento”. E invece le dimissioni del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti dopo l’ok della Camera alla manovra e per via dei pochi i fondi alla scuola starebbero accelerando anche un nuovo orizzonte politico anche per il deputato lucano. Fioramonti starebbe maturando l’idea di formare un proprio gruppo parlamentare filocontiano e, in prospettiva, un nuovo soggetto politico. Con l’ex ministro sarebbero in uscita deputati come De Toma, Cataldi, Aprile, Angiola, Rossini, Rachele Silvestri e appunto Gianluca Rospi. Un dissenso che si estende al suo stesso partito, che sarebbe intenzionato a lasciare fondando un soggetto autonomo seppure filogovernativo che funga da ‘laboratorio’ per un soggetto politico del tutto nuovo a cui aderirebbero una pattuglia di almeno dieci parlamentari.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”