Mafia, sequestrate quattro società edili dalla Dda

MELFI- Sequestro preventivo di una serie di società operanti nel settore edilizio, tutte riconducibili a Emilio Gerardo Caprarella, già riconosciuto colpevole in primo ed in secondo grado del reato di associazione mafiosa, quale appartenente al “clan Di Muro”, attivo nel territorio del Vulture-Melfese.

Il provvedimento è stato notificato ieri dalla Squadra mobile e dalla sezione di polizia giudiziaria della guardia di finanza di Potenza a seguito di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza e condotte da personale della polizia di Stato.

La Dda potentina ha accertato che Caprarella, al fine di eludere le disposizioni in materia di misure di prevenzione patrimoniali, ha creato nel tempo una serie di società con quote e cariche fittiziamente intestate a familiari compiacenti, ma mantenendone, in via di fatto, la gestione costante e diretta.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”