16 Jul 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca Giudiziaria  / Magistratura, l’inchiesta partita da Potenza: favori del pm all’avvocatessa in cambio di sesso

Magistratura, l’inchiesta partita da Potenza: favori del pm all’avvocatessa in cambio di sesso

POTENZA – Emilio Arnesano, pubblico ministero a Lecce, è stato arrestato questa mattina su ordine del gip di Potenza, nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica del capoluogo lucano su favori e prestazioni sessuali ottenuti dal magistrato. È stato disposto anche il sequestro di un’imbarcazione e di oltre 18 mila euro nei confronti dello stesso magistrato, «in quanto profitto del reato di corruzione». Il gip di Potenza ha posto agli arresti domiciliari altre quattro persone nella stessa inchiesta: sono tre dirigenti dell’Asl di Lecce – Ottavio Naracci, direttore generale, e due dirigenti, Giorgio Trianni e Giuseppe Rollo, e dell’avvocato Benedetta Martina. Inoltre, è stato ordinato il divieto di dimora a Lecce dell’avvocato Salvatore Antonio Ciardo. Sono tre i casi contestati dalla Procura di Potenza al sostituto procuratore di Lecce, Emilio Arnesano, in cui si configurano presunti favori sessuali ottenuti o richiesti in cambio di provvedimenti giudiziari o per benevole intercessioni.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”