8 Dec 2019
BREAKING NEWS
Home / Apertura  / Maratea shock, l’acqua da cristallina diventa marrone per la rottura di una condotta

Maratea shock, l’acqua da cristallina diventa marrone per la rottura di una condotta

POTENZA- Ferragosto off limits per la spiaggia di Fiumicello di Maratea con divieto di balneazione nelle acque marine. É quanto ha dovuto disporre, a tutela della salute dei bagnanti e dei cittadini, il sindaco del comune della perla del Tirreno, Daniele Stoppelli, a seguito della fuoriuscita di liquame in mare, causata dalla rottura di una condotta idrica sottomarina di un depuratore situata a 250 metri dal livello del mare. Rottura che si è aggravata nei giorni precedenti. Sono stati gli stessi bagnati a lanciare l’allarme, preoccupati dalla colorazione marrone del mare segnalando l’anomalia alla Capitaneria di Porto. L’acqua da cristallina ha improvvisamente cambiato colore. Una circostanza spiacevole per turisti e marateoti in una settimana da bollino rosso per le ferie ferragostane. Lo stop alla balneazione si è reso necessario per l’elevata concentrazione degli escheridia coli e degli enterococchi, batteri pericolosi per la salute dell’uomo. Il sindaco non ha perso tempo, allertando Arpab, Regione Basilicata e lo stesso presidente Vito Bardi ma soprattutto Acquedotto Lucano, gestore dell’impianto. L’amministrazione regionale è intervenuta predisponendo la verifica della qualità delle acque da parte di Arpab. I tecnici hanno bloccato il flusso dei liquami diretti al mare. Abbiamo raggiunto a telefono il sindaco Stoppelli che ci ha illustrato la situazione attuale, specificando che il divieto di balneazione resta circoscritto al perimetro delle sole acque di Fiumicello. Balneabili invece le acque delle altre spiagge, a partire da quelle di Castrocucco, Acquafredda, Marina, Macarro e Spiaggia nera.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Mara Risola