12 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Masseria La Rocca, il M5S smorza la polemica sulla costituzione in giudizio contro la Regione

Masseria La Rocca, il M5S smorza la polemica sulla costituzione in giudizio contro la Regione

POTENZA- “Ricordate l’annuncio dello scorso 12 dicembre con il quale Luigi Di Maio comunicava agli italiani la bocciatura da parte del Governo del progetto petrolifero ”Masseria la Rocca?” “Ebbene, lo scorso 21 dicembre, e cioè appena 9 giorni dopo quell’annuncio, il Consiglio dei ministri ha deciso di andare a costituirsi davanti alla Corte costituzionale nel ricorso (per conflitto di attribuzione tra Stato e Regione) che la Regione Basilicata ha promosso proprio contro quel progetto. Ringraziate il Governo del Popolo per la politica dei due forni”. Enzo Di Salvatore, docente associato di Diritto costituzionale all’Università di Teramo, con un post su facebook pubblicato ieri mattina, ha così aperto la polemica sulla posizione di contrarietà espressa non più tardi di qualche settimana fa dal Consiglio dei ministri, in merito all’istanza di permesso di ricerca denominata “Masseria La Rocca”, accolta in maniera molto positiva anche dalla stessa Regione Basilicata, nonché dal Comune di Brindisi, che ha condotto una battaglia importante per respingere l’assalto della Rockhopper. Di Salvatore menziona una nota diffusa sul sito web istituzionale della presidenza, alludendo all’opportunismo dei pentastellati. Il Consiglio dei ministri ha, infatti, comunicato di aver deliberato la costituzione in giudizio nel conflitto di attribuzione promosso dalla Regione Basilicata avverso la sentenza del Consiglio di Stato, sezione IV, n. 5471/2018.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo