Matera 2019, a due mesi dallo start resta complicato raggiungere la città

MATERA- Per raggiungere un milione di presenze a Matera nel 2019 si pensa veramente che può basta ridurre ad un’ora la percorrenza Bari-Matera? A poco più di due mesi dalla fatidica data per l’avvio del programma Matera 2019 l’attenzione è sempre più rivolta a come far fronte al gap infrastrutturale dei collegamenti da e per la Capitale Europea della Cultura che rischia di pregiudicare i flussi turistici. La buona notizia è che le Fal puntano ad abbattere i tempi di percorrenza tra Bari e Matera ad un’ora entro il 2019, mentre la Regione è chiamata ad un nuovo sforzo economico (almeno altri 3 milioni di euro) per garantire dall’8 dicembre prossimo e per un anno intero la continuità del Frecciarossa (con fermata alla stazione di Ferrandina-Città di Matera) da e per Milano. Entrambe le iniziative sono importanti per i collegamenti ferroviari e registrano commenti entusiastici da più fronti sottovalutando però che in un’ora sarebbe invece possibile collegare via cielo il Materano con Milano rispetto alle almeno 7 ore necessarie con il Frecciarossa. Si continua a sottovalutare, come è già accaduto in occasione del recente convegno sulla Zes Jonica, che l’aviosuperficie di Pisticci, con piccoli investimenti e lavori, in breve tempo garantirebbe collegamenti veloci con il Nord del Paese e da qui con le capitali europee.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”