22 Sep 2019
BREAKING NEWS
Home / Matera e Provincia  / Cronaca  / Matera, 25enne choc: “Arrestatemi, non voglio vivere con la mia compagna”

Matera, 25enne choc: “Arrestatemi, non voglio vivere con la mia compagna”

MATERA – Sembra una di quelle storie che si vedono solo nei film o nelle gag di qualche comico, e invece è tutto vero. Un giovane di 25 anni ha preferito andare dietro le sbarre anzichè continuare a dividere lo stesso tetto con la sua compagna. E’ accaduto a Matera, dove un giovane pregiudicato che già si trovava sottoposto agli arresti domiciliari per una rapina compiuta nei mesi scorsi all’interno di un supermercato, totalmente esasperato dalle continue discussioni con la convivente, ha deciso di chiamare la polizia, di fatto ”implorando” gli agenti di andarlo a prendere e accompagnarlo in carcere. In quel momento, ovviamente, la polizia non ha potuto “accontentare” la richiesta del giovane pregiudicato, dal momento che non si era reso protagonista di nessuna azione che potesse giustificare l’aggravamento della misura cautelare già disposta nei suoi confronti. E così, al giovane arriva il definitivo “lampo di genio”: decide di evadere dai domiciliari e recarsi direttamente in Questura, ma ancora una volta gli agenti della Volante non possono far altro che riaccompagnarlo a casa. Se la montagna non va da Maometto, è Maometto ad andare dalla montagna. Dopo qualche ore, il 25enne, pur di sottrarsi alla difficile convivenza con la compagna, decide di presentarsi direttamente davanti al carcere di Matera e per essere sicuro di raggiungere finalmente il suo obiettivo e non fare più ritorno a casa, aggredisce gli agenti della polizia penitenziaria. Ora si trova in una cella del penitenziario della città dei Sassi e non è dato sapere se sia o meno pentito della scelta.