Melfi: 39enne sorpreso in casa con una pistola clandestina, 75 proiettili e 50 grammi di cocaina

MELFI – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Melfi hanno arrestato in flagranza di reato un 39enne del luogo, responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di arma da fuoco clandestina.

Sorpreso in casa con una pistola clandestina, 75 proiettili e 50 grammi di cocaina, un 39enne di Melfi è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri. Dopo una perquisizione nell’abitazione del 39ene le attenzioni dei Carabinieri, si sono concentrate anche su un locale situato a pochi metri dalla casa appena ispezionata.

L’arrestato ha cercato di ostacolare l’accesso sostenendo di non disporre delle chiavi del portone. I militari sono stati costretti a forzare l’ingresso, entrati nel locale, hanno rinvenuto, su di uno scaffale, due vasetti in vetro contenenti una bustina che custodiva 50 grammi di cocaina e tre dosi della stessa sostanza, da 0,40 grammi ciascuna, già evidentemente pronte per lo spaccio, insieme a due bilancini di precisione, forbici, nastro adesivo e materiale vario necessario per il confezionamento dello stupefacente.
Travata anche una Beretta cal. 7,65, con matricola abrasa, perfettamente funzionante e pronta all’uso, unitamente a due scatole di cartucce con all’interno 75 proiettili dello stesso calibro. Il 39enne è stato arrestato ed associato alla Casa Circondariale di Foggia.