Melfi, caos appalti: domani Valvano e Simonetti davanti al gip

MELFI – Si terranno domani, davanti al gip del tribunale di Potenza, Rosa Maria Verrastro, gli interrogatori di garanzia del sindaco di Melfi, Livio Valvano, del presidente del Consiglio comunale, Luigi Simonetti e dell’imprenditore Antonio Ferrireri. I primi due sono sottoposti al divieto di dimora nella città federiciana e il terzo è finito agli arresti domiciliari perchè coinvolti a vario titolo nell’inchiesta sulle gare pilotate per favorire ditte amiche, una presunta corruzione elettorale, e favori in cambio dell’affidamento di lavori pubblici. La posizione del primo cittadino riguarda esclusivamente il bando di gara per l’installazione delle luminarie natalizie che, secondo l’accusa, sarebbe stato concordato nei minimi dettagli con l’imprenditore irpino Francesco Roberto, a sua volta sottoposto al divieto di dimora. Valvano con tutta probabilità risponderà a tutte le domande del gip e del pubblico ministero per provare a chiarire la sua posizione in relazione ai fatti contestati. In occasione dell’interrogatorio di garanzia, lo ricordiamo, gli indagati possono però anche avvalersi della facoltà di non rispondere.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito