Metapontino, la Xylella fa paura ma la Basilicata è al sicuro

METAPONTO – Parte questa settimana l’attività di monitoraggio fitopatologico 2019 per la protezione delle colture sul territorio regionale. Nei giorni scorsi in proposito è stato tenuto un incontro operativo nella struttura della Regione Basilicata di “Pantanello” di Metaponto. Il dirigente dell’Ufficio Fitosanitario regionale, Ermanno Pennacchio, e il responsabile della posizione organizzativa Diagnostica e biodiversità, Giuseppe Malvasi, hanno illustrato agli ispettori fitosanitari e ai tecnici presenti le linee guida che riguardano il monitoraggio cofinanziato con provvidente europee e nazionali. Tra gli organismi nocivi da monitorare vi è prima di tutto la Xylella fastidiosa, grave patologia dell’olivo, non presente in Basilicata, che ha colpito l’area del Salento e che via via sta risalendo verso il Nord della Puglia. In tale contesto l’Ufficio Fitosanitario della Regione Basilicata, attraverso i propri ispettori fitosanitari e i tecnici, sta svolgendo sin dalla comparsa nel 2013 della Xylella fastidiosa in Puglia i monitoraggi (e le conseguenti analisi presso i laboratori della Metapontum Agrobios) sulle piante di olivo in tutto il territorio lucano.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fillippo Radogna