Scomparso da due giorni, lo ritrovano senza vita sul fondo della diga vuota del Rendina

La famiglia è stata in giustificata apprensione per ben due giorni di fila.

Poi, ieri mattina, a coronamento di insistite e meticolose indagini avviato con immediatezza assoluta, l’epilogo davvero drammatico della situazione.

I Carabinieri della Stazione di Lavello, con la collaborazione dei colleghi del nucleo operativo radio-mobile della Compagnia Carabinieri di Venosa, sono riusciti finalmente a scovare dove fosse mai finito un camionista ancora in attività del luogo, Sebastiano Carnevale, di 61 anni che, sin dalla mattinata di venerdì scorso, aveva fatto perdere delle sue tracce.

I familiari avevano solo notato che si era allontanato di casa portando con se’ la bici che molto spesso utilizzava. Anche quando si muoveva in paese per sbrigare piccole o grandi faccende lavorative o familiari. Sta di fatto che i Carabinieri l’hanno trovato privo di vita, riverso su un pendio della diga del Rendina, attualmente priva di acqua.

Dettagli nell’edizione cartacea de La Nuova del Sud.

Leave a Reply

Your email address will not be published.