Morte operaio Ageco, la sentenza di primo grado

POTENZA – Una condanna e tre assoluzioni. E’ la conclusione del processo di primo grado per la morte di Antonio Caggianese, l’operaio di 27 anni schiacciato da un macchinario nell’azienda Ageco di Tito Scalo, nel febbraio del 2018. La ditta si occupa di smaltimento rifiuti.

L’amministratrice dell’azienda, Antonella Cafaro è stata condannata a 1 anno e 6 mesi di reclusione per omicidio colposo, l’accusa aveva chiesto 3 anni.

Il direttore tecnico dell’Ageco Giovanni Agoglia, Donato Scarano, responsabile del servizio di prevenzione e protezione, e Carmine Aliuzzi, amministratore della ditta che fornì il macchinario sono stati assolti. Delusione da parte dei familiari “Il prezzo di una vita – ha detto la sorella Giusy – non ci sembra equo”.