Nomine, Maruggi: mai stato di centrosinistra. Ira Cifarelli: ha la faccia come il culo

POTENZA- Il suo nome è stato tra quelli accostati alla giunta Bardi ma, soprattutto, tra quelli su cui più si sono levati veti. Giampiero Maruggi, nella giornata di ieri, è così voluto intervenire per replicare a chi lo ha additato come uomo di centrosinistra. «Chi mi conosce – ha scritto – sa bene che non ho mai avuto una tessera di partito, né ho mai militato per parti politiche, avendo sempre fatto prevalere il merito delle questioni che via via mi sono trovato ad affrontare, pensando esclusivamente al bene delle Aziende che volta a volta servivo, fossero esse private o pubbliche». Quindi i ruoli ricoperti. «Mi soffermo sulle mie esperienze nel pubblico – ha aggiunto -: dal 2012 al 2014 ho ricoperto incarichi apicali nella sanità lucana, dapprima e per breve tempo quale direttore generale dell’Asm, successivamente con analogo incarico presso l’Aor “San Carlo” di Potenza. All’epoca di tali nomine la giunta regionale era guidata da Vito De Filippo». «È evidente – ha continuato – che in quella circostanza fu il governo di centrosinistra ad individuarmi, ma ciò avvenne non certo per motivi di appartenenza organica, quanto per il mio profilo tecnico e professionale, che chi adottò le decisioni associò alla mia persona».

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”