Omicidio Lopatriello, resta in carcere la nipote Carmen. Respinto il ricorso della difesa

PISTICCI – Carmen Lopatriello deve restare in carcere. E’ quanto ha deciso la Corte di Cassazione respingendo il ricorso presentato dal difensore della 27enne di Marconia di Pisticci, contro la custodia cautelare disposta dai giudici del Tribunale del Riesame di Potenza nei suoi confronti a luglio 2020.

La giovane donna si trova nel carcere di Trani con l’accusa di aver ucciso il nonno Carlantonio con 26 coltellate e 11 bastonate in testa, il 7 gennaio dello scorso anno, nell’abitazione della vittima, nel paese del Materano.

La donna gestiva la pensione del nonno e aveva anche ricevuto in dotazione un appartamento.

I giudici della suprema Corte nelle motivazioni della sentenza pubblicata, hanno giudicato inammissibili le istanze della difesa , perché a loro giudizio, dopo aver ucciso il nonno la propensione alla violenza della ragazza potrebbe rivolgersi contro altri parenti, “in attuazione del medesimo movente economico”.