Omicidio Rotondella, Favale muore suicida a Bari

BARI – E’ morto al Policlinico di Bari, Antonio Favale, il 44enne di Rotondella che il 23 gennaio scorso aveva ucciso a coltellate il suo amico d’infanzia, il 45enne Cristian Tarantino. Omicidio che avvenne per strada, tra lo sgomento della piccola comunità jonica. Favale era detenuto proprio nel carcere del capoluogo pugliese ed è all’interno del penitenziario di Bari che circa un mese fa aveva tentato il suicidio. L’uomo si era ferito in cella, in modo molto grave all’addome, utilizzando dei frammenti di uno specchio per colpirsi ripetutamente.

Dopo il ricovero in ospedale era stato sottoposto a diversi e delicati interventi chirurgici che però non sono stati sufficienti per salvargli la vita. L’avvocato di Antonio Favale, Pietro Ditaranto, ha chiesto l’apertura di un’inchiesta su quanto avvenuto all’interno del carcere di Bari.

Maggiori dettagli sull’edizione cartacea de La Nuova del Sud di oggi, mercoledì primo Settembre