Ospedali da campo, la Regione non decide. Anci preoccupata dal silenzio del Ministero

POTENZA – Ancora nessuna indicazione da parte della Regione sulla destinazione della struttura mobile sanitaria da 500 posti letto.

Si era parlato di Policoro, poi di una doppia installazione da dividere con Potenza. A quel punto, però, oltre ai sopralluoghi effettuati dalla Protezione Civile in più punti del capoluogo, non è trapelato più nulla. Si sarebbe parlato anche di Tito Scalo o di Lagonegro, di concreto c’è poco.

Intanto il presidente dell’Anci Adduce, in una live su facebook si è detto “preoccupato anche del silenzio del Ministero della Salute perché quell’ospedale da campo è comunque una struttura grande e richiede un numero di personale enorme. Il Madonna delle Grazie di posti ne ha 350. E il San Carlo ne ha poco più di 500. Per cui si giustifica soltanto se è qualcosa che non serve esclusivamente alla Basilicata. Ci dicevano che a Policoro servirebbe anche utenti della Puglia e della Calabria, dovrebbero mettere personale esterno. Immagino che l’omaggio del Qatar comprenda anche il personale”. “E’ un argomento – ha anche aggiunto – di cui ci siamo occupati purtroppo nella riunione dell’unità di crisi pochissimo. Si tratta di una donazione. E a mio avviso non c’è nulla di più oneroso delle donazioni. Spero non sia effettivamente così”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”