Passa il bilancio regionale, 40 milioni per evitare il default del Comune di Potenza

POTENZA-E’ terminata all’alba la riunione del consiglio regionale che a conclusione dell’ampio confronto dedicato ai 16 articoli del maxi emendamento al disegno di legge di stabilità 2022 presentato dalla maggioranza, ha approvato con 13 voti favorevoli del centrodestra e sei contrari della minoranza (M5S, Pd e Iv) – la manovra finanziaria per il triennio 2022/2024, che prevede un finanziamento di 40 milioni di euro per il cosiddetto “salva Potenza” per evitare il dissesto finanziario del comune capoluogo di regione. La norma – è scritto nel testo – “in ossequio ai principi di sussidiarietà e di leale cooperazione tra Regione ed enti locali”, ha stanziato la somma indicata, “al fine di concorrere al sostentamento dell’erogazione di servizi a carattere sovracomunale erogati dal Comune di Potenza”.


La copertura finanziaria sarà assicurata dalla Regione nel triennio 2022-2024, con un finanziamento di dieci milioni sull’esercizio finanziario in corso, per altri dieci milioni sul bilancio del 2023, e di 20 milioni sull’esercizio 2024. Lo stesso articolo ha anche destinato tre milioni di euro per i Comuni della Regione in condizioni di squilibrio finanziario. Tra gli altri provvedimenti approvati quello per “il sostegno allo sviluppo dell’Università degli Studi della Basilicata: sono state stanziate risorse per il triennio 2022-2024 per circa 68 milioni di euro e circa 2,6 milioni per le borse di studio”.

o”.