Pasticcio Cotrab, condanne riviste al ribasso per l’ex giunta Santarsiero

POTENZA – La Corte dei conti Centrale ha parzialmente accolto l’appello presentato dagli imputati nell’ambito del processo contabile relativo alla vicenda Cotrab e agli esborsi del Comune di Potenza per il servizio di trasporto pubblico. Le condanne al risarcimento restano, ma sono state ridimensionate: l’allora sindaco Vito Santarsiero, la giunta e due dirigenti, sono stati condannati a restituire complessivamente 1,4 milioni di euro.

Ricordiamo che a fronte di una richiesta iniziale di condanna della Procura Regionale per 18,6 milioni di euro vi era stata la piena assoluzione da parte della Corte Dei Conti di Basilicata e una successiva condanna in secondo grado da parte della Corte Centrale ,su ricorso della Procura lucana, per 5,3 milioni di euro. “Restiamo convinti della correttezza del nostro operato”, ha evidenziato su Facebook l’ex sindaco di Potenza, Vito Santarsiero.

Maggiori dettagli sull’edizione cartacea de La Nuova del Sud di oggi, martedì 8 Giugno

Vito Santarsiero, già sindaco di Potenza