Patenti speciali, tour per effettuare la visita. E a Matera porta chiusa

POTENZA – Una scarna comunicazione con poche certezze per quello che sarà.

“La seduta di commissione patenti speciali del 25 febbraio è rinviata a data da destinarsi per motivi di sicurezza sanitaria”.

L’avviso – senza alcuna firma – affisso nella sede dell’Asm ha lasciato basito un cittadino di Potenza. Nella giornata di martedì, dopo essere stato convocato dalla locale commissione patenti a seguito della notoria permanente assenza della Commissione provinciale di Potenza si è recato dal capoluogo a Matera. Ma giunto in sede per effettuare la visita ha trovato la porta chiusa. E il cartello di cui sopra. Dopo vari giri a vuoto e telefonate senza risposta, si è recato all’Urp per la segnalazione della disfunzione, facendo notare che, preso atto della situazione Coronavirus per evitare il disagio sarebbe bastata anche solo una telefonata. Utile però ad evitare un inutile viaggio. E così a disagio si somma disagio. Come segnalato nei giorni scorsi numerose persone interessate all’idoneità alla guida o al rinnovo delle cosiddette patenti speciali fanno la spola tra uffici della Motorizzazione e sede dell’Asp per ottenere il rinnovo. Ad esserne interessati sono i cittadini che hanno disabilità fisico-motorie o affetti da patologie particolari ma anche per i molti over 65 che aspirano alla conferma per le categorie C e D. Senza contare coloro che devono essere sottoposti a revisione nel caso in cui tale provvedimento preveda la visita medica o viene disposto un accertamento da una autorità competente per sopravvenute patologie, infrazioni al Codice della Strada o eventi che mettono in dubbio le capacità psico-fisiche del patentato.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Celestino Benedetto