Petrolio, arriva il primo via libera ai permessi Shell

POTENZA – La Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale Via-Vas del ministero dell’Ambiente ha rilasciato parere positivo alle nuove istanze della Shell, per le ricerche petrolifere denominate “Pignola”, “La Cerasa” e “Monte Cavallo”, ricadenti tra diverse zone della provincia di Potenza e quella di Salerno. La decisione è stata presa nonostante i pareri contrari espressi dalle Regioni – i cui rappresentanti hanno disertato le sedute della Commissione Via – dagli enti locali, dal Parco Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese, da imprenditori, associazioni e comitati. Il rischio di nuove trivelle diventa quindi molto più concreto, dal momento che il parere della Commissione tecnica avrà sicuramente un peso sulla decisione finale del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. Le tre istanze riguardano il territorio di 19 comuni lucani e campani, con una decina di comuni che hanno espresso pareri contrari alle tre istanze. I 19 comuni interessati dalle tre istanze sono sono: Atena Lucana, Brienza, Marsico Nuovo, Montesano sulla Marcellana, Padula, Paterno, Polla, Sala Consilina, Sant’Arsenio, Sassano, Teggiano, Tramutola, Abriola, Brindisi Montagna, Pignola, Potenza, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania e Tito.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”