17 Sep 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Petrolio, il Mise impone lo stop: sospesi permessi rilasciati e nuove concessioni

Petrolio, il Mise impone lo stop: sospesi permessi rilasciati e nuove concessioni

POTENZA- Dopo la levata di scudi di ambientalisti ed esponenti politici dei partiti di opposizione contrari alle autorizzazioni per la ricerca di idrocarburi la virata del governo sulle concessioni arriva come un fulmine a ciel sereno e spariglia le carte in tavola a quanti, sul fronte della polemica, avrebbero voluto spenderci la prossima campagna elettorale, Europee e Regionali in testa. Il Mise ha messo a punto un emendamento ’blocca-trivelle’ al decreto Semplificazioni che prevede, per un «termine massimo di tre anni», la sospensione dei «permessi di prospezione e di ricerca già rilasciati, nonché i procedimenti per il rilascio di nuovi permessi di prospezione o di ricerca o di coltivazione di idrocarburi». Una moratoria che blocca il rilascio di 36 titoli pendenti, compresi i tre permessi nello Ionio. Esattamente quanto proposto con un post sui social nei giorni scorsi dal lucano Saverio De Bonis, senatore della repubblica di recente espulso dal Movimento 5 stelle e in attesa del pronunciamento del collegio di garanzia e del garante Beppe Grillo.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”