Petrolio, Polese contro Rosa. E Trerotola “firma” con il centrodestra

POTENZA – La scadenza delle concessioni Eni allo stato attuale consente al cane a sei zampe di continuare ad estrarre petrolio senza procedere al pagamento delle compensazioni ambientali alla Basilicata. Uno scenario che infiamma lo scontro politico. Di fronte sul ring virtuale di facebook l’assessore all’Ambiente Gianni Rosa e il consigliere renziano Mario Polese. La proroga automatica nel mentre procedono le trattative per i rinnovi, il silenzio dei rappresentanti lucani al governo e in Parlamento, ma anche l’atteggiamento della multinazionale, scatenano la ”rissa” tra governo regionale ed opposizione. Il tutto proprio mentre il candidato governatore del centrosinistra, Carlo Trerotola, firma con altri consiglieri di centrodestra un appello per la convocazione di un Consiglio Regionale straordinario sulla questione, che porti al blocco delle estrazioni, e di ogni altra attività connessa, prima che venga sottoscritto il rinnovo. Il post che innesca la miccia – però – è quello di Polese nei confronti dell’assessore Rosa.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Celestino Benedetto