Petrolio, Potere al Popolo chiede la exit strategy entro il 2050

POTENZA- «Da questa terra avvelenata deve partire la svolta. Non si può prendere in giro i giovani del Friday for future per un weekend e poi fare affari con l’Eni il lunedì». E’ partito dalla “Basilicata del petrolio”, l’appello del movimento politico nazionale, Potere al popolo perchè a livello governativo e di riflesso nelle piccole realtà regionali, la tutela dell’ambiente a 360 gradi possa essere anteposta a qualsiasi iniziativa politica ed amministrativa. Il punto centrale alla base delle programmazioni tese allo sviluppo e alla crescita futura. A pochi giorni dal lucano Friday for the future, il venerdì lucano per l’ambiente che, sulla scorta del movimento globale inaugurato con l’attivismo della studentessa svedese, Greta Thunberg, anche in Basilicata ha avuto il suo momento di piazza gli studenti lucani che hanno manifestato in tutta la regione.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Mara Risola