“Piccoli borghi”, 20 milioni a Monticchio Laghi per rigenerazione urbana e nuova occupazione

RIONERO IN VULTURE – E’ l’area di Monticchio laghi la destinataria delle risorse rinvenienti dal Pnrr per la misura “Piccoli borghi”. Il bando prevede sostegni per un progetto solo per ogni regione o provincia autonoma, in grado di prevedere l’insediamento di nuove funzioni, infrastrutture e servizi nel campo della cultura, del turismo, del sociale o della ricerca.
E la giunta regionale, riunitasi ieri nella prima seduta dopo il rimpasto voluto dal presidente Bardi, ha scelto Monticchio bagni. Il progetto pilota stanzia 20 milioni di euro per la rigenerazione urbana e nuova occupazione.

Il presidente Bardi ha evidenziato come “il progetto di Monticchio presenti un importante insediamento di nuove funzioni, infrastrutture e servizi in grado di costituire un’occasione di rilancio occupazionale, in particolare per le nuove generazioni”. “Si tratta di un progetto di compatibilità tra sviluppo e ambiente, oltre che di rigenerazione culturale e sociale. Inoltre, costituisce una potente leva di promozione di una rinnovata attrattività per un ampio territorio, le cui potenzialità di sviluppo – grazie ai 20 milioni di euro – avranno rilevanti ricadute sull’immagine dell’intera Regione Basilicata”. La candidatura presentata dal Comune di Rionero in Vulture, è stata sostenuta anche da altri 9 comuni territorialmente vicini al borgo di Monticchio: Melfi, Atella, Barile, Ginestra, Rapolla, Ripacandida, Ruvo del Monte, San Fele, Venosa.