Picerno, Mitro: “E’ difficile per tutti, molte società rischiano il default”

PICERNO- In un momento di incertezza su se e quando si potrà tornare in campo, la Lega Pro e l’Aic nei giorni scorsi hanno trovato un accordo con tutte le società della terza serie nazionale di poter posticipare al 3 aprile la ripresa delle attività e degli allenamenti inizialmente fissata per domani.

Una decisione a cui ha aderito anche il Picerno per tutelare la salute dei propri tesserati.

“Purtroppo questa è una lenta agonia del calcio a causa di questa emergenza dovuta al Coronavirus-ha dichiarato il direttore generale e amministratore unico picernese, Enzo Mitro-. Noi come società intendiamo ringraziare tutti i tesserati per la grande professionalità che stanno dimostrando. Sia nel rispetto delle misure, che nell’accettare, in ultimo, le decisioni della Lega e Aic in questo momento di emergenza, rispetto alla proroga della sospensione degli allenamenti. Il comportamento dei tesserati è esemplare, e si allenano anche presso le abitazioni secondo le indicazioni ricevute. Un grazie a loro va anche da parte del presidente Donato Curcio”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Donato Valvano