Pnrr, l’appello di Bardi ai giovani lucani: “Candidatevi”

POTENZA – La ripartenza e il futuro dopo il Covid passa per il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Un piano parte del programma dell’Unione europea alla cui base è stato stanziato un fondo di 750 miliardi di euro. All’Italia sono stati assegnati 191,5 miliardi.  Sul sito del governo nazionale www.inpa.gov.it è possibile candidarsi per i profili tecnici e gestionali necessari per l’avvio della programmazione. Si tratta di figure tecniche e scientifiche, che si dovranno occupare di valutazioni e autorizzazioni di impatto ambientale, vas, bonifiche, rinnovabili, rifiuti, edilizia e urbanistica, appalti, acquisti di forniture e servizi. La Basilicata ha a disposizione 7 milioni 262 mila euro per tali esperti. Entro il 25 Ottobre, le Regioni e le province autonome, sentiti gli enti locali, dovranno definire in via preliminare i fabbisogni in termini di profili professionali. Ed entro il 31 dicembre prossimo, tali figure dovranno essere assunte, con contratti di 36 mesi, che assicureranno anche una riserva di posti nelle prossime procedure concorsuali dei vari Enti. 

“Si tratta di una grande opportunità per tutti i lucani – ha dichiarato il presidente della Regione vito Bardi – sia per lavorare presso la Regione, le Province e i Comuni lucani, sia in Enti fuori Regione. Si tratta – solo per la Basilicata – di varie decine di figure tecniche”. L’appello del presidente è soprattutto rivolto ai giovani. “Mi rivolgo ai ragazzi, ai quali chiedo di candidarsi quanto prima sul sito del governo. La Regione Basilicata e gli enti territoriali- conclude Bardi – hanno bisogno di nuove energie, di nuove competenze e di facce nuove per vincere la sfida del futuro”.