Policoro, spari contro uno studio notarile

POLICORO- Frammenti di vetro a terra e una serie di bossoli, quel che resta dei colpi sparati da un’arma da fuoco.

E’ quello che si sono trovati sotto i piedi ieri mattina, alcuni passanti in via Sant’Umberto a Policoro. L’ennesimo atto indimidatorio nella cittadina jonica, sul quale indagano i carabinieri. 6 i colpi di pistola sparati da ignoti, durante la notte tra sabato e domenica, fortunatamente senza provocare danni a persone. Questa volta è stato preso di mira lo studio del notaio di Tursi, Massimo Plasmati, che si trova a Policoro in via Sant’Uberto 36. I proiettili hanno raggiunto il portone di ingresso, la targa adiacente lo studio e una finestra della palazzina. Probabilmente, secondo le forze dell’ordine, si tratta di un’intimidazione. A dare l’allarme proprio i passanti che, nella tarda mattinata di ieri, hanno notato i bossoli a terra. Immediato l’intervento dei carabinieri del comando provinciale di Matera, impegnati ad effettuare i rilievi del caso per arrivare agli autori del gesto, dopo aver ricevuto la denuncia del professionista. L’attentato allo studio notarile di Plasmati è solo l’ultimo di una serie di atti intimidatori che negli ultimi mesi si sono susseguiti nella città di Policoro.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”