Poste, svuotava il conto dei clienti più anziani: arrestato dipendente

POTENZA – Sottraeva denaro dai conti correnti dei clienti anziani dell’ufficio postale in cui prestava servizio.

Clienti che di lui si fidavano al punto da comunicargli le password per accedere ai profili online dei conti. 230mila euro il valore delle somme indebitamente sottratte.

Per questo motivo un 31enne di Potenza, Sandor Grosso, dipendente delle Poste è stato tratto in arresto dalla Guardia di Finanza su disposizione della Procura di Potenza, in esecuzione di ordinanza cautelare, per i reati di circonvenzione di incapaci, peculato, truffa, indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e pagamento, accesso abusivo a sistema informatico in danno di anziani clienti dell’ufficio postale in cui prestava servizio. La misura è stata anche adottata in relazione ai reati di riciclaggio ed autoriciclaggio delle somme sottratte alle parti offese. Contestualmente si è proceduto al sequestro del denaro, e beni per un valore (i 230mila euro) indebitamente sottratto dall’indagato alle sue vittime.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”