Potenza, irregolare il 100% dei cantieri controllati dall’Ispettorato del Lavoro

POTENZA – Nei giorni scorsi, personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza-Matera (sede di Potenza), in collaborazione con l’Azienda Sanitaria locale, ha effettuato un servizio di vigilanza speciale in edilizia, concentrato nella città di Potenza e preceduta da una riunione di coordinamento che, oltre agli aspetti operativi e logistici dell’operazione, ha avuto ad oggetto una breve disamina della nuova norma in materia di sicurezza e sicurezza, introdotta dalla legge 215/2021. Nonostante il freddo e le precipitazioni – anche nevose – registratesi nella notte precedente ai controlli, tutti i gruppi ispettivi hanno individuato cantieri attivi da sottoporre a verifica.

Nell’operazione sono scesi complessivamente in campo 26 ufficiali di polizia giudiziaria, compresi i militari del Nucleo Tutela del Lavoro. Il cento per cento dei cantieri – 8 su 8 – è risultato non a norma. Le irregolarità riscontrate presentavano gravità differenti, con conseguenti diverse gradualità nelle sanzioni: per le meno gravi si è proceduto con la prescrizione obbligatoria, prevista dagli articoli 20 e 21 del Decreto Legislativo 758/1994, mentre per quelle più importanti si è dovuto procedere al sequestro preventivo del cantiere, ex art. 321 Codice di Procedura penale. Tredici le sanzioni comminate, per un importo complessivo di € 55.688,76 calcolato nel massimo edittale. Tra i contravventori, in massima parte datori di lavoro, sono stati individuati anche un committente, un coordinatore per l’esecuzione dei lavori ed un preposto. Le ditte ispezionate sono risultate in tutto 11, con un totale di 37 lavoratori controllati. Di questi, solo uno era a nero. Il coordinamento e la collaborazione tra INL e ASP – entrambi deputati al contrasto alle violazioni in materia di sicurezza e di igiene sul lavoro – che rappresenta da sempre una realtà e una risorsa importante per la provincia di Potenza, trova nuova linfa e possibili interessanti ulteriori scenari grazie alle recenti modifiche legislative del Decreto Legge 146 del 2021, convertito con la legge 215 del 2021. Di fatto, in attesa che il Comitato Regionale di Coordinamento di cui all’art. 7 del Decreto Legislativo n. 81 del 2008 si riunisca e disegni precise strategie operative nelle due province, l’Ispettorato del Lavoro della sede di Potenza ha già intensificato la collaborazione con l’Azienda Sanitaria locale, allo scopo precipuo di dare un forte segnale di presenza sul territorio.