Potenza, la partita stadio non è finita. E spunta una “benefattrice”

POTENZA – “Il nuovo stadio? Ci sono due proposte relative a siti alternativi alla zona dell’ex Cip zoo.

Ma si tratta di idee che vanno approfondite. Restiamo in attesa”. A distanza di alcuni giorni dall’uscita pubblica del presidente del Potenza calcio, Salvatore Caiata, il sindaco Guarente è uscito allo scoperto.

Poche parole pronunciate ieri in Consiglio comunale (dove era presente anche il patron rossoblù) per ribaltare la questione. Quasi a voler rinviare – con metafora calcistica – la palla nella metà campo della società. Non sono piaciuti i toni e le modalità dell’uscita con cui il presidente Caiata ha annunciato di voler chiudere ogni discorso relativo al progetto nuovo stadio nell’area dell’ex Cip zoo. “Avevamo chiesto un tavolo tecnico – le parole di Caiata nel video messaggio – qualcuno ci ha detto che dovevamo presentare lo studio di fattibilità. Non è vero. Avevamo chiesto un tavolo tecnico per valutare come fare uno studio di fattibilità che costa 300 mila euro. Noi non abbiamo queste risorse da buttare per produrre incartamenti da portare in Comune a fargli prendere la polvere…

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Celestino Benedetto