Potenza, nuovo ko. E ora preoccupa anche Cianci

Juve Stabia-Potenza 2-0
Marcatori: pt 32′ Orlando, st 32′ Bubas.
Juve Stabia (4-3-3): Tomei 6; Scaccabarozzi 6, Troest 6.5, Codromaz 6, Allievi 6; Bovo 6, Berardocco 6, Vallocchia 6.5; Fantacci 6.5 (37′ st Golfo ng, 45′ st Guarracino ng), Romero 6 (24′ st Bubas 6.5), Orlando 7 (24′ st Ripa 6.5). A disp.: Lazzari, Russo, Bentivegna, Volpicelli, Oliva. All.: Padalino 7.
Potenza (3-4-3): Marcone 6; Conson 5, Boldor 5.5, Zampa 7; Coccia 5, Coppola 5.5 (5′ st Viteritti 5.5), Sandri 6 (32′ st Iuliano ng), Panico 6,5, Compagnon 5.5, Ricci 5,5 Cianci 6 (12′ st Volpe 5.5). A disp.: Santopadre, Brescia, Lauro, Iacullo, Nifro, Fontana, Di Somma, Spedalieri, Lorusso. All.: Capuano 6.
Arbitro: Cudini di Fermo 6.
Note: Ammoniti: Coppola, Codromaz, Sandri, Viteritti. Angoli: 8-2 per il Potenza. Recupero: 0′ pt, 4′ st.

CASTELLAMMARE DI STABIA – Non sa più vincere il Potenza, un punto nelle ultime sette gare, e all’ex di turno Capuano non riesce il blitz a Castellammare. Un gol per tempo e la Juve Stabia vince, mostrando qualità ed esperienza. Lo fa tuttavia con fatica perché gli ospiti hanno un buon approccio, mettono in ansia la retroguardia ospite prima di concedere qualcosa, pagando subito pedaggio ai primi assalti dei campani.
Il più intraprendente dei lucani è Panico, tenuto con difficoltà da Scaccabarozzi. Le squadre faticano a trovare spazi, provano a sfruttare le corsie laterali mentre dalla panchine le indicazioni di Capuano e Padalino si sentono distintamente anche in tribuna. Al 19’ prima conclusione del match da parte del Potenza: è Zampa a sfiorare il vantaggio con un tiro forte e preciso, deviato in angolo da Tomei. Spinge ancora la squadra ospite. Coppola viene chiuso in angolo sugli sviluppi di un calcio di punizione, ancora un tentativo in area stabiese con Boldor che fa da sponda preziosa ma nessun compagno si fa trovare pronto alla deviazione in porta.
Esce dalla propria metà campo la Juve Stabia che prima si vede annullare un gol di Romero la cui deviazione sottoporta dopo un tiro di Fantacci è giudicata in posizione irregolare e dopo un minuto trova il gol del vantaggio. E’ il 32: ripartenza dei padroni di casa, Fantacci in diagonale pesca Orlando che entra in area e insacca alle spalle di Marcone con un preciso sinistro rasoterra.
Il Potenza cerca la reazione ma appare disordinato e poco incisivo, accusa il colpo della rete subita e Capuano opera due cambi dopo l’inizio della ripresa. Viteritti rileva Coppola mentre al 10’ è costretto a sostituire l’infortunato Cianci (problema muscolare da valutare) con Volpe.
Attacco giovanissimo per il Potenza, con il 19enne Compagnon e il 18enne Volpe. Capuano scuote i suoi che provano a farsi largo tra le maglie gialloblù: i campani lasciano pochi spazi e murano puntualmente le iniziative avversarie. Viteritti pesca Ricci ma la sua conclusione è respinta da Codromaz. Al 16’ altra conclusione dalla distanza di Zampa, come accaduto nella prima frazione, questa volta il tiro termina di poco a lato. Volpe al 20’ è lesto a recuperare palla dopo un errore di Scaccabarozzi a centrocampo e cerca Panico, anticipato all’ultimo da Troest che manda in angolo provvidenzialmente.
Riprende fiducia la Juve Stabia, forte delle energie nuove inserite da Padalino. Le “vespe” costruiscono un’azione dietro l’altra; Fantacci alla mezzora sbaglia in pratica un rigore in movimento, Coccia devia la sfera in angolo. Un minuto più tardi Codromaz, sugli sviluppi di un angolo, di testa manda alto sulla traversa. Ancora Juve Stabia, al 32’, pericolosa con Ripa: girata in area murata da Boldor. Dopo tre tentativi sprecati, la squadra di casa trova il raddoppio: Ripa da destra mette la sfera in area con un rasoterra, Boldor buca l’intervento e Bubas mette in gol senza difficoltà. Successo in ghiaccio per la Juve Stabia, mentre il Potenza non riesce più a reagire e nel finale un botta e risposta tra Ripa e Iuliano accende una mischia sedata a fatica con l’intervento anche dei componenti delle panchine.