Potenza, resti del sabato sera in bella mostra. “E Guarente non fa nulla”

POTENZA – Le immagini postate sui social parlano da sole. Sporcizia, plastica e resti del sabato sera un po’ ovunque nel centro storico di potenza stanno mettendo a dura prova la pazienza dei residenti.

Ma c’è chi punta il dito sull’Amministrazione comunale. “Non è con le multe e con gli atteggiamenti squadristi che si garantisce la sicurezza e il decoro di Potenza ma con la collaborazione tra i vari attori politici, istituzionali, imprenditoriali e di controllo nel rispetto delle norme ma anche del buon senso. Il sindaco di destra Guarente non può pensare di amministrare la città ‘consentendo’ di ‘punire’ i commercianti che già vivono un momento complicato, nascondendo invece, il grave decadimento a cui sta destinando la nostra intera comunità”.

Lo dichiarano il vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Mario Polese e il consigliere comunale di Potenza, Vincenzo Telesca di Italia Viva che spiegano: “Sabato sera nel centro storico del capoluogo, a seguito di alcune retate, sono state effettuate multe per alcune centinaia di euro ad alcuni esercizi pubblici per una serie di presunte inadempienze come il mancato distanziamento tra persone sedute allo stesso tavolo. Bene il rispetto delle norme ma le regole devono valere per tutti e soprattutto non si può assistere inermi alla trasformazione di uno Stato liberale in uno Stato di polizia dove per fare verifiche pacifiche in locali frequentati anche da famiglie servano quasi dieci agenti armati tra polizia urbana e polizia di Stato mentre a poca distanza si consentono invece assembramenti ben più pericolosi”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”