Potenza, stadio nuovo: il Comune lavora per un finanziamento Cis. E l’11 si va da Conte

POTENZA – Quella del nuovo stadio Potenza sembra davvero una partita di calcio. Azioni solitarie, accelerate, retropassaggi e gol annullati.

Un tatticismo esasperato che rischia di far restare in fuorigioco una o più parti in causa. Un ulteriore capitolo è stato aggiunto a Palazzo di città.

Dopo aver appreso della volontà del Comune di voler realizzare il nuovo impianto, valutando come ipotesi le aree di Centomani e Bucaletto, il presidente del Potenza calcio è passato dalle parole ai fatti. In una nota protocollata ed indirizzata al sindaco Guarente, alla giunta e al consiglio comunale, la società rossoblu ha chiesto precise delucidazioni. Anzitutto: un cronoprogramma temporale per la realizzazione di un nuovo stadio idoneo alla partecipazione ad un campionato professionistico o in alternativa quali misure porre in essere sul Viviani. E poi ancora: quali eventuali altri infrastrutture mettere a disposizione per lo sviluppo delle attività giovanili.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Celestino Benedetto