Potenza tenero, la Ternana cala il tris

TERNI – Niente da fare per il Potenza contro una Ternana che in campo ha fatto valere la qualità superiore di alcuni suoi elementi: Palumbo e Falletti su tutti. La squadra di Somma però, nonostante il passivo sicuramente troppo pesante, è stata in partita fin quasi alla fine e in avvio si è fatta anche preferire per la sicurezza con cui è stata in campo. Tant’è che proprio Salvemini si è fatto vedere in avanti al 13’ con un destro alto sulla traversa.
Il centrocampo del Potenza ha negato alla Ternana quel palleggio che di solito contraddistingue la manovra dei padroni di casa che sono passati al 14’ soltanto grazie ad una straordinaria azione di Palumbo che è partito dalla linea centrale del campo ha saltato tre avversari e concluso sull’uscita di Marchegiani, bravo a deviare la conclusione sulla quale però è intervenuto Partipilo mettendo in rete.

Il gol non ha cambiato il tema tattico della partita. Anzi, il Potenza ha cercato la reazione immediata e al 21’ c’è voluta una grane parata d’istinto di Iannarilli per negare il pareggio a Ricci, sgusciato a centroarea. In contropiede però il Potenza ha avuto un’altra buona opportunità con Salvemini (un ex) che al 35’ ha concluso con un destro di poco a lato una bella azione personale. Poi la squadra di Somma è tornata a commettere gli errori di sempre. Al 41’ angolo di Palumbo, bravo Marchegiani a respingere fuori area ma sui piedi di Falletti che ha scagliato un destro violento sul quale il portiere ha replicato a mano aperta. Facile per Boben, senza alcuna marcatura, controllare e infilare in diagonale il gol che di fatto a chiuso l’incontro.
Perché da quel momento il Potenza si è reso pericoloso solo con una punizione di Cianci non trattenuta da Iannarilli e ribattuta sul palo di Boldor. Nonostante i cambi operati, Somma non è riuscito ad invertire una tendenza ormai chiara con la sua squadra a tentare qualche attacco sterile e la Ternana a pungere pericolosamente in contropiede.
Anche la Ternana non ha brillato in precisione nella fase decisiva delle azioni ma alla fine, prova e riprova, ha trovato il terzo gol sfruttando ancora un calcio d’angolo. Palumbo lo ha battuto, Cianci ha colpito con la mano e Falletti non s’è lasciato sfuggire l’opportunità di piazzare il gol del 3-0, primo successo interno di una Ternana che a pieno titolo si candida a lottare per la promozione.
Per il Potenza la conferma di qualche problema strutturale da risolvere. Dopo il 2-0 di Foggia i tre gol incassati al Liberati fanno squillare forte il campanello d’allarme anche se la stagione è ancora lunga.

TERNANA-POTENZA 3-0
TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli 6; Defendi 6, Boben 6,5, Suagher 6 (30’ st Russo 6), Frascatore 6 (30’ st Mammarella 6); Palumbo 7, Proietti 5.5 (14’ st Damian 6); Partipilo 6 (23’ st Ferrante 5.5), Falletti 6.5, Furlan 5.5; Raicevic 6 (23’ st Kontek 6). A disp.: Vitale, Vantaggiato, Torromino, Paghera, Peralta, Laverone, Salzano. All.: Lucarelli 6.
POTENZA (4-2-3-1): Marchegiani 6; Coccia 6 (43’ st Romei ng), Conson 5, Boldor 5.5, Panico 5.5; Iuliano 5.5 (1’ st Di Livio 4.5; 39’ st Iacullo ng), Sandri 6; Viteritti 5.5 (10’ st Cianci 6), Ricci 6 (1’ st Coppola 6), Volpe 5; Salvemini 6. A disp.: Santopadre, Brescia, Baclet, Zampa,  Di Somma, Lorusso, Diogo Pinto. All.: Somma 5.5.
Arbitro: Zufferli di Udine 6.
Reti: pt 14’ Partipilo, 41’ Boben; st 42’ Falletti (rig.) Note: spettatori 541, incasso di 7.026 euro. Ammoniti: Partipilo, Panico, Suagher, Di Livio, Cianci per gioco scorretto. Angoli: 10-5 per la Ternana. Recupero tempo: 0’ pt,  2’ st.