Prefettura Matera, danno erariale da 200mila euro. Sei condanne

MATERA – Presunte corsie preferenziali nei pagamenti disposti dalla Prefettura di Matera nei confronti di una ditta incaricata del servizio di recupero, custodia ed acquisto di veicoli sottoposti a fermo giudiziario.

La Corte dei Conti di Basilicata ha riconosciuto un danno erariale di oltre 200mila euro, così come richiesto dal viceprocuratore regionale, Giulio Stolfi. Il processo si è chiuso con la condanna al risarcimento nei confronti di sei persone, ma con diversi livelli di responsabilità. Il dolo viene contestato a due funzionarie e a un dirigente dell’ufficio, “colpa grave” invece per l’allora viceprefetto Camerini e del prefetto in carica in quegli anni Bellomo. Secondo la ricostruzione accusatoria, era stato messo in piedi un artificioso frazionamento degli importi liquidati in favore di soggetti inadempienti con il fisco.

Maggiori dettagli sull’edizione cartacea de La Nuova del Sud di oggi, giovedì 2 Febbraio