Quasi 200 persone in attesa di tampone da due settimane, Ferrandina chiede la “zona rossa”

FERRANDINA – Il sindaco di Ferrandina, Gennaro Martoccia, attraverso una lettera indirizzata in prima battuta al governatore Bardi, ha segnalato una serie di criticità legate all’emergenza Covid-19, a cominciare dai ritardi nell’esecuzione dei tamponi. A Ferrandina sono quattordici gli ultimi casi accertati dalla task force, 94 invece quelli complessivi. “In un solo giorno – scrive Martoccia – abbiamo registrato il picco dei nuovi contagi”.

Il sindaco Martoccia

Secondo l’amministrazione comunale a preoccupare è “l’ulteriore rallentamento nel tracciamento”. Ad oggi risultano essere ben 187 i cittadini in piattaforma ancora in attesa di tampone da oltre due settimane. “Dato – puntualizza Martoccia, rivolgendosi ai componenti della task force – che avevamo già sottoposto alla vostra attenzione durante la video-conferenza del 29 ottobre scorso”. Martoccia, nel prendere atto che sia saltato il sistema di tracciamento, chiede pertanto al presidente Bardi di valutare la “possibilità di dichiarare il territorio di Ferrandina “zona rossa”, al fine di poter faciliare il tracciamento e prevenire ulteriori diffusioni del contagio”.