16 Jul 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Reddito di cittadinanza, da 15mila ipotizzate a sole 2.310 domande

Reddito di cittadinanza, da 15mila ipotizzate a sole 2.310 domande

POTENZA- Per i 2.310 lucani che hanno presentato la domanda del Reddito di Cittadinanza ci vorrà almeno una settimana per sapere se avranno diritto al sussidio oppure no. Dall’Inps assicurano che le risposte arriveranno già a metà aprile, quando le trasmetterà a Poste Italiane a cui spetterà poi il compito di convocare i beneficiari ed erogare l’assegno mensile. Da una parte, quindi, l’errore formale contenuto nel decretone, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, verrà presto corretto e non inficerà la presentazione delle richieste per il reddito. Dall’altra, spiega l’istituto di previdenza, la trasmissione del flusso degli ordinativi di accreditamento sulle carte del reddito partirà già dal 15-20 aprile. In anticipo rispetto a quanto inizialmente preventivato, quando l’ipotesi era quella di inviare le risposte tra il 26 e il 30 aprile. Con conseguente partenza dell’erogazione del reddito da maggio. Anticipando la data, l’Inps permetterà alle Poste di avere tempi leggermente meno stretti per accreditare già a maggio il sussidio, convocando intanto i beneficiari per fornirgli la card.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Arturo Giglio