Reddito minimo, assegni ai beneficiari nuovamente in ritardo

POTENZA – Anche questo mese non è ancora stato recapitato l’assegno relativo al reddito minimo di inserimento. L’indicazione era stata quella di farlo pervenire ai circa tremila beneficiari dal 15 al 20 di ogni mese, ma ad oggi permangono difficoltà economiche per i 2.636 cittadini (1.536 del Potentino e 1.100 del Materano), che vivono quotidianamente il dramma delle difficoltà economiche. Gli assegni oscillano dalle 500 alle 550 euro a seconda del numero di ore impegnate nei progetti comunali. All’inizio dello scorso anno le criticità nell’erogazione degli assegni sembravano risolte e superate. La Lab, l’agenzia regionale del lavoro, cui è attestato l’adempimento, aveva modificato il complesso meccanismo, stabilendo una procedura più snella e meno complicata.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”