26 May 2019
BREAKING NEWS
Home / Apertura  / Regionali, Di Maio: “Sarà referendum tra vecchio e nuovo”

Regionali, Di Maio: “Sarà referendum tra vecchio e nuovo”

MATERA- Infrastrutture, lavoro ma anche misure in favore delle fasce di popolazione svantaggiate come il reddito minimo. Sono le basi da cui Luigi Di Maio intende far ripartire lo sviluppo Basilicata. Ma sono anche il contraltare di contenuti che il vicepremier- ieri in Basilicata- antepone alle proposte lanciate qualche giorno fa proprio da Matera dal suo alleato di governo Matteo Salvini. Salvini parla di autonomia differenziata. Di Maio di coesione nazionale. Il titolare dell’Interno rilancia la politica estrattiva. Di Maio il tema del dissesto idrogeologico. E soprattutto il capo politico dei 5 stelle fa un report sui numeri del reddito minimo per la nostra regione. «Sono 45 mila i lucani che hanno fatto domanda per il reddito minimo», ha detto Di Maio ieri nel suo tour tra alcune aziende del Materano a fianco del candidato alla presidenza del Movimento cinque stelle, Antonio Mattia. «Le domande stanno andando bene- ha detto alla stampa il vicepremier- è una misura destinata a tante persone che hanno perso la speranza. Tanti giovani, in Basilicata siamo a oltre il 35% di disoccupazione giovanile. Siamo pronti per partire con l’erogazione i primi di maggio». Il capo politico del Movimento dopo l’ultima venuta a Potenza lo scorso ottobre è tornato nella nostra regione a sostegno della candidatura di Mattia. Il ministro allo sviluppo economico è arrivato in mattinata e ha fatto visita all’azienda Vim di Matera. Poi nel pomeriggio tappa all’azienda Orogel. Infine un incontro con artigiani, imprese e associazioni. La prossima settimana Luigi Di Maio sarà nuovamente in Basilicata. Intanto ieri nelle sue parole una promessa per lo sviluppo futuro di questa regione.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”