16 Jul 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca Giudiziaria  / Regionali, il gip di Siena archivia le accuse per Caiata: ora pace con il M5s o candidato governatore?

Regionali, il gip di Siena archivia le accuse per Caiata: ora pace con il M5s o candidato governatore?

POTENZA – Il gip del tribunale di Siena, Ilaria Cornetti, ha definitivamente archiviato la posizione di Salvatore Caiata (patron del Potenza Calcio e deputato), coinvolto in un’inchiesta della procura toscana per intestazione fittizia di beni nell’ambito della prosecuzione di una precedente indagine attraverso la quale i pm senesi avevano concentrato la loro attenzione sul presunto riutilizzo di fondi attraverso aziende e conti correnti, anche esteri. Si chiude così una vicenda che ha fortemente condizionato la discesa in politica di Caiata, eletto tra le fila del Movimento 5 Stelle dopo le elezioni politiche dello scorso 4 marzo, ma da ”epurato”. A poche settimane dall’appuntamento elettorale, infatti, Caiata era stato espulso dal candidato premier Luigi Di Maio per violazione del codice etico, proprio dopo che era venuta alla luce la notizia della sua iscrizione nel registro degli indagati. Enrico e Lorenzo De Martino, i legali di Caiata, avevano ottenuto a metà luglio la richiesta di archiviazione da parte del Procuratore Capo della Repubblica di Siena, Salvatore Vitello. L’archiviazione apre ora, inevitabilmente, diversi nuovi possibili scenari per il futuro politico di Salvatore Caiata, che dopo l’elezione aveva deciso di ”sposare” il gruppo Misto alla Camera.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”