Regionali, l’Ande a Bardi: “Garantire la giusta presenza di donne in giunta”

POTENZA- Una giunta regionale, nella sua composizione rispettosa dell’equilibrio di genere ma anche la modifica della legge elettorale regionale per garantire nella giunta la parita’ per il sesso sottorappresentato. E’ quanto chiedono le donne di Ande, associazione nazionale Donne Elettrici di Potenza, al neo presidente della regione Basilicata, Vito Bardi in una lettera a lui indirizzata dalla presidente Maria Anna Fanelli. «Sento l’esigenza- si legge nella lettera- ,di richiederle la composizione di una Giunta rispettosa dell’equilibrio di genere. Le donne lucane oggi sono fortemente dotate di competenze utili per pianificare l’azione di processi innovativi connessi alle risorse ed ai bisogni della popolazione secondo le caratteristiche e le peculiarità dei territori regionali. Il fatto è che le donne della Basilicata da anni offrono anche all’amministrazione regionale, elementi utili perché venga adottata e messa in pratica una visione di politica regionale ampia, rispettosa delle diversità e inclusiva, che si pone quale base necessaria, perché si realizzino percorsi di coprogettazione degni di una regione avanzata. Pensavamo che livelli così alti di preparazione ed impegno delle donne lucane avessero cancellato gli “egoismi” degli uomini lucani, che ancora portano all’espressione del “voto secco maschile” ed al superamento del limite degli “egoismi” femminili, per cui le donne non votano le donne. Ci siamo sbagliate!». «Infatti – prosegue Fanelli- le recenti elezioni regionali ci dimostrano che i cittadini e le cittadine lucane non consentono ancora che le istituzioni si aprano all’azione delle donne inascoltate per il passato e che rimarranno tali anche in prossimo futuro. Nonostante l’articolo 6 dello statuto regionale, dal titolo “Parità di genere” e nonostante la legge elettorale che ha offerto la doppia preferenza per garantire democrazia paritaria assicurando la rappresentanza dei due generi e la promozione dei diritti alla pari opportunità e che ha portato ad un gran numero di candidate nelle varie liste, ci troviamo con un esito elettorale, che esprime una sola donna in consiglio regionale, Donatella Merra alla quale l’Ande formula i più vivi e sentiti auguri per un lavoro utile e proficuo.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”