22 Sep 2019
BREAKING NEWS
Home / In evidenza  / Regionali, oggi l’estremo tentativo per l’unità nel centrosinistra

Regionali, oggi l’estremo tentativo per l’unità nel centrosinistra

POTENZA- Il puzzle del Pd rischia di scomporsi definitivamente. E il simbolo di andare in soffitta. Intanto oggi è la giornata decisiva. L’ultimo giro di consultazioni a Roma tra parlamentari ed esponenti nazionali del Pd e poi nei prossimi giorni l’ufficialità della candidatura alla presidenza. Che va verso il Pittella bis. Surclassato (sembra) l’ostacolo Abruzzo, le possibilità di ricucitura dell’intero centro-sinistra regionale vanno sempre più verso la deriva finale. Oggi l’ultimissima carta per la sintesi in un giro di confronti romani. Qualcuno proverà a convincerlo ma l’ex governatore pare non voler cedere e andare avanti per la sua strada con la prospettiva delle 10 liste a sostegno della sua ricandidatura. L’effetto Abruzzo e l’intervento del segretario in pectore Nicola Zingaretti non hanno smosso le acque nella maggioranza del Pd di Basilicata che con la nota dei dirigenti dem, Roberto Cifarelli, Vito Giuzio e Cosimo Muscaridola (di area Zingaretti) riconferma la propria linea: si continua a viaggiare in direzione della candidatura al bis di Marcello Pittella con una ormai acclarata spaccatura non solo del polo del centro-sinistra regionale ma anche del partito lucano. Anche perchè dall’altro candidato alla segreteria, Maurizio Martina, arrivano parole (“no al ritorno di vecchie formule con Leu, sì a coalizioni civiche”) che sembrano fornire un assist a Pittella. Dall’altro lato il centro-sinistra alternativo riferimento dell’onorevole Roberto Speranza e della coordinatrice di Luci Carmen Lasorella, prosegue anch’esso per la sua strada continuando a chiedere un passo di lato in favore dell’unità ma in assenza di condivisione andrà avanti con Lasorella candidata alla presidenza. Stessa cosa per Piero Lacorazza di Basilicataprima. Resta l’incognita dei dissidenti del Pd, Vito Santarsiero, Carlo Chiurazzi e Achille Spada il cui non voler cedere al diktat della maggioranza sta mettendo in discussione l’unità del partito regionale.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Mara Risola