13 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / In evidenza  / Regionali, Pace alla Nuova Tv: “Trerotola uomo credibile. Altri ci tornano in vacanza”

Regionali, Pace alla Nuova Tv: “Trerotola uomo credibile. Altri ci tornano in vacanza”

POTENZA – “Non ci sono salvatori, ma solo persone che possono ripiegarsi nel gestire questa regione al meglio. Carlo Trerotola è un uomo credibile perché ha fatto bene alla sua città e alla sua regione”. “Abbiamo in contrapposizione un cittadino che si dichiara anche lui lucano per aver trascorso qualche anno le vacanze in Basilicata. Ma credo che governare la Basilicata sia un processo più complesso”. Così il consigliere regionale uscente, Aurelio Pace, in rappresentanza della lista espressione del centrosinistra “Trerotola presidente”, traccia una linea di demarcazione tra il farmacista potentino e l’ex generale della Guardia di Finanza Vito Bardi, candidato governatore della coalizione del centrodestra. Intervistato da Fabrizio Di Vito nella prima puntata dedicata alle tribune elettorali, in onda sulla Nuova Tv alle ore 13.30 e in replica alle 16.30, alle 19.30 e 21.30, ha risposto alle otto domande formulate, chiedendo, tra le altre cose, un impegno concreto al Governo sul tema del transito in Basilicata del Frecciarossa, affinché sia il Ministero competente a sostenere le spese per il mantenimento del servizio, e non la Regione.
Iniziamo con la presentazione della lista. Qual è la natura di questa lista?
“E’ una lista che ha una forte vocazione identitaria. Progetto popolare e Centro democratico, che nascono all’interno del solco del cattolicesimo liberale, cercano di costruire un percorso. Rappresentiamo la gamba moderata di un centrosinistra che è tornato unito sotto il nome di Carlo Trerotola, che è un nome che stimavamo moltissimo. Un professionista, un uomo generoso, il “buono” della Basilicata. Una lista che ha un obiettivo immediato, quello di tornare a dare voce ai moderati, in una regione in cui molto spesso si è polarizzato il dibattito sui nomi, meno sui programmi e ancor meno sulle identità. Una lista plurale, con molte professioni, politici capaci e navigati, assieme a nuove espressioni della politica lucana”.

 

L’intervista integrale sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”