22 Sep 2019
BREAKING NEWS
Home / Apertura  / Regionali, si tratta ad oltranza e sabato è dietro l’angolo

Regionali, si tratta ad oltranza e sabato è dietro l’angolo

Una situazione che non ha precedenti. A ormai una manciata di giorni dalla presentazione delle liste, fissata per sabato, centrodestra e centrosinistra non ancora ufficializzato i rispettivi candidati governatori. Con una “sindrome da annuncite” che si trascina da giorni. L’ufficializzazione? Domani, rispondono. E poi ancora domani e domani. Salvo, poi, non annunciare nulla. In un quadro che appare ormai completamente “instabile” e nel quale, a conferma di quante siano le incertezze, tutto viene rimandato. E allora partiamo dal centrosinistra dove la frammentazione potrebbe portare ad avere anche cinque candidati governatore. Il primo è Marcello Pittella che ormai, da sabato, si è “accampato” al Park Hotel di Potenza dando vita a un “tavolo fiume” no stop. Si lavora alle liste con l’obiettivo di arrivare davvero alle dieci annunciate da giorni, anche se più di qualche piccolo partito fatica non poco a chiuderle. Al momento la rosa dei papabili sembra ristretta a tre nomi in attesa che in quel della Sardegna, dove si sono recati per la campagna elettorale delle Regionali fissate a domenica prossima, Berlusconi e Salvini decidano il da farsi dopo aver incassato, naturalmente, anche il via libera da Giorgia Meloni. La partita ruota tutta attorno alle divisioni delle presidenze tra le varie regioni prossime al voto. Con Basilicata e Piemonte contese dunque da Lega e Forza Italia.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”