Regione, meno dirigenti ma più premi di risultato: è spending review al contrario

POTENZA – Cala il numero dei dirigenti, ma aumenta a dismisura il numero del personale non dirigente. Di conseguenza, diminuisce la spesa netta per i dirigenti, ma le retribuzioni di risultato in tre anni salgono addirittura del 65%. A giudicare dai dati relativi alla Regione Basilicata contenute nella delibera della Corte dei conti dedicata alle spese per il personale negli enti territoriali, tra il 2015 e il 2017 il principio della spending review è passato decisamente in secondo piano nei corridoi di viale Verrastro. D’altronde sulle criticità fatte registrare dal bilancio regionale in quel triennio si era già espressa chiaramente la sezione regionale di controllo della Corte dei conti, bocciando il rendiconto 2015 e parificando parzialmente quelli del 2016 e del 2017. Sul fronte della spesa, come emerge dalla delibera dei giudici contabili, sono davvero pochi i passi in avanti fatti dalla Regione Basilicata. Anzi, spesso, i numeri fanno segnare un ritorno al passato piuttosto che uno sguardo verso il futuro.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito