Riapertura della biglietteria a Maratea ma non a Metaponto, i sindacati chiedono all’assessore Merra di rivedere la decisione

MATERA – “Apprendiamo per via ancora non ufficiali che nel nuovo programma di trasporto e mobilità ferroviaria che la Regione Basilicata presenterà a breve per il periodo estivo, si prevede la riapertura della biglietteria a Maratea ma non a Metaponto, nonostante quest’ultima verrà investita da un aumento considerevole di traffico ferroviario da e per la Calabria”. E’ quanto denunciano il segretario generale Filt Cgil Matera, Mario Clemente e il segretario generale Cgil Matera,
Eustachio Nicoletti.

“Riteniamo discriminatorio l’atteggiamento dell’assessore al ramo Donatella Merra che penalizza il territorio Materano a vantaggio di quello Potentino nella fattispecie ne confronto di due località marittime di uguale importanza. Sosteniamo tra l’altro sia più imminente l’utilità della biglietteria a Metaponto dato che sulla tratta Taranto – Potenza – Napoli – Milano passa la coppia di Freccia Rossa interamente finanziato dalla Regione Basilicata, oltre a due coppie di Intercity, un interregionale Taranto – Napoli e altri servizi su gomma di Ferrovie dello Stato o su ferro che nel periodo estivo risultano molto frequentati. Reputiamo quindi necessaria, oltre che strategica, l’apertura di tale servizio almeno nel periodo estivo visto che la località dispone sia di personale formato sia di locale logistico adibito per un rilancio del territorio – concludono i sindacati – per troppo tempo escluso e abbandonato dai piani regionali”.