Riciclavano auto rubate, tre arresti

POTENZA – Riciclavano autovetture rubate attraverso la presentazione di falsa documentazione civile presso la motorizzazione. Lo scopo era reinserirle nel circuito legale del commercio delle auto, attraverso la predisposizione di false denunce di smarrimento delle targhe e dei documenti di circolazione che hanno consentito il rilascio di altre targhe. Poi con false dichiarazioni di vendita, la proprietà veniva trascritta a persone compiacenti facenti parte dell’organizzazione. Sequestrate 4 autovetture di alta gamma e beni per un valore di 23mila euro.

L’indagine è stata coordinata dalla procura di Potenza che ha emesso un’ordinanza applicativa di misure cautelari per 7 persone: Michele Lettieri, Giuseppe Cafaro, Francesco Varano, Antonio Simonetti, Roberto Vicinanza, Cesaro Pennasilico e Marco Prota. I primi 2 sono finiti in carcere, il terzo ai domiciliari, mentre è stato previsto l’obbligo di dimora per le ultime 4 persone. I provvedimenti sono stati eseguiti dalla polizia di Potenza, Salerno e Napoli.